• + Categoria 2
     
 
 
 

Tel. +39.0166.502733

 
Il tuo carrello è vuoto

L'inverno sull'isola dell'eterna primavera: Lanzarote

Modellata con eleganza da un passato vulcanico

da € 590,00
Trattamento: volo + hotel + auto      
Periodo: dal 24/09/2019 al 24/05/2020      
Durata: 8      
Località: Isole Canarie      
Descrizione
 
Gallery
 
Sistemazioni
 
Volo
 
Preventivo
 
Conosci questa bellissima isola grazie a questo emozionante itinerario in auto. La Riserva della Biosfera dell'UNESCO, concilia come nessun'altra le moderne e vivaci località turistiche con le casette bianche, le aree quasi vergini, le splendide spiagge, le acque di color smeraldo e i paesaggi cinematografici ritratti nei film come "Un milione di anni fa" o "Heart of the Sea – Le origini di Moby Dick"... Lanzarote è uno scherzo della natura, modellata con eleganza da un passato vulcanico e dall'abile mano dell'uomo. Oggi è impossibile immaginare quest'isola senza la genialità creativa di César Manrique, uno dei suoi figli più internazionali. La vita in quella che è conosciuta come la "Tierra del fuego" si svolge con calma, estranea ai noiosi problemi mondani. Domina l'immagine lunare del Parco Nazionale di Timanfaya, il Jameos del Agua, la Cueva de los Verdes, il Mirador del Río... Per i buongustai, la sua eccellente gastronomia, i vini e le malvasie di Lanzarote. Terra di storia e di tradizione, ci sono molti artisti che la visitano in cerca dell'ispirazione persa. Certo, uno dei rischi è di volerci rimanere, come già l'hanno fatto Omar Sharif e José Saramago. Vivi inoltre emozionanti esperienze, come scoprire la vicina isola di La Graciosa o percorrere in groppa a dromedario luoghi famosi come le Montañas de Fuego. Lanzarote ti allieterà anche con il suo clima mite dove è sempre primavera. Goditi la strada!


Giorno 1: Città di partenza - Aeroporto di Lanzarote/Playa Honda - Costa Teguise
Volo con destinazione Lanzarote. Arrivo all'aeroporto, situato a Playa Honda, e ritiro dell'auto a noleggio. Hai il resto del giorno libero per iniziare a scoprire le bellezze di Lanzarote. Il tuo primo contatto sarà a Costa Teguise, a circa 15 minuti dall'aeroporto. Terra di numerose meraviglie, la sua bellezza è giunta all'orecchio del re Hussein di Giordania che ha scelto questo privilegiato posto per regalare una bella residenza a S.M. il Re Don Juan Carlos. La sua eccezionale offerta alberghiera, la qualità dei suoi servizi, la sua incredibile offerta sportiva e di svago e una simpatica e spontanea atmosfera hanno dato forma a questo prezioso rifugio. Comunicato in modo eccellente, ha un campo da golf, scuole di windsurf e d'immersioni e il divertente Aquarium Lanzarote, ideale per andare con i bambini. Ma se c'è qualcosa che ha reso famosa la Costa Teguise sono le spiagge come Las Cucharas, Bastián e gli splendidi paesaggi come quelli del Pueblo Marinero, un complesso progettato dal brillante artista César Manrique. Pernottamento a Costa Teguise.


Giorno 2: (Zona Nord) Costa Teguise - Teguise - Haría - Mirador del Río - Costa Teguise (Escursione facoltativa da Órzola in traghetto a La Graciosa)
Iniziamo il nostro itinerario a Teguise. L'antica capitale dell'Isola, con le case bianche e il bell'atmosfera coloniale, si trova a circa 20 minuti da Costa Teguise. Ti sorprenderà sapere che il suo nome ha origine da quello della figlia di un re guanche. È una delle città più antiche di Lanzarote. Fai una passeggiata senza fretta per le stradine che formano il suo centro storico. Tra i suoi monumenti si distingue la chiesa di San Miguel, costruita in stile gotico nel XV secolo, e il palazzo Spinola, costruito nel XVIII secolo dal mercante Vicente Spinola, di ispirazione rinascimentale e che ospita il museo Timple. Puoi anche visitare i conventi di Santo Domingo, del XVIII secolo e quello di San Francisco, che risale al XVI secolo. Il palazzo Herrera y Roja, il Municipio e la Casa Perdomo sono gli altri edifici emblematici. Cogli l'occasione della visita per andare sul castello di Santa Bárbara e visitare il Museo della Pirateria che è al suo interno. Un'altra opzione è conoscere la storia che circonda il suo Callejón de la Sangre. Rimettiamoci in marcia. Dopo 30 minuti di guida, appare Haría, il "la città dalle mille palme". È una bella città di case bianche. Ti consigliamo di visitare la Casa-Museo César Manrique, l'emblematico artista canario ed eccellente architetto isolano. Questo edificio si trova nel mezzo di un pittoresco palmeto. Per gli amanti del sud, la visita della spiaggia di Famara, situata a Caleta de Famara, è imprescindibile. E ora andiamo allo straordinario Mirador del Río (Belvedere del Río), situato a pochi minuti da Haría. Scoprirai un panorama sorprendente nell'osservare La Graciosa e i suoi isolotti circostanti che compongono il Parco Naturale dell'Arcipelago Chinijo. Questo belvedere ha un bar e ottime strutture modificate da César Manrique, che si adattano armoniosamente con il paesaggio roccioso circostante. Un'altra opzione, se hai tempo, è di andare nella vicina città di Ye e fare un'escursione nell'impressionante vulcano di La Corona. (Nota. Ti proponiamo anche un piano alternativo per il giorno di oggi. Puoi andare a Órzola, un piccolo villaggio di pescatori molto vicino al belvedere. Da questo punto, è possibile prendere un traghetto per l'isola di La Graciosa. In questa piccola Isola, di 27 chilometri quadrati, troverai la pace che hai bisogno, oppure potrai fare il bagno nelle sue spiagge di sabbia dorata e nelle acque turchesi, fare immersioni o, perché no, noleggiare una bicicletta e visitare La Graciosa per le sue strade sabbiose. Da non perdere le spiagge di La Cocina, La Francesa o Las Conchas. È possibile ingaggiare un'agenzia per le escursioni da La Graciosa alle isole vicine e visitare la sua importante Riserva Marina. Per questo, puoi informarti nel suo porto di Caleta de Sebo, dove troverai anche bar e negozi. Ti consigliamo di dedicare a questa escursione tra le 5 e le 6 ore). Dopo questa magnifica gita per l'ottava isola delle Isole Canarie, riprendiamo il traghetto di ritorno e torniamo all'auto. Rientro e pernottamento a Costa Teguise.


Giorno 3: (Zona Nord) Costa Teguise - Cactus Garden - Punta Mujeres - Jameos del Agua - Cueva de los Verdes - Costa Teguise
La prima sosta della giornata potrebbe essere il Jardín de Cactus (il Giardino di Cactus), a meno di 20 minuti da Costa Teguise. È un'incredibile area di terreno vulcanico che ospita circa 4.500 esemplari di 450 specie diverse raggruppate in 13 famiglie di cactus provenienti dai cinque continenti. Nonostante i suoi oltre 5.000 metri quadrati, troverai un ordinato giardino perfettamente integrato nell'ambiente agricolo di De Guatiza, nel comune di Teguise. L'ingegnosità creativa di César Manrique ha trasformato un'antica cava di ceneri vulcaniche in un interessante giardino di cactus con specie provenienti dalle isole Canarie e dai paesi così diversi come Perù, Messico, Cile, Stati Uniti, Kenya, Tanzania, Madagascar e Marocco... Nella parte alta di questo particolare giardino troverai un antico mulino restaurato da Manrique e trasformato in un ristorante, ideale per assaggiare un delizioso boccone in un panorama eccellente. Se lo desideri, puoi fare visite guidate. Dopo la visita, puoi riprendere l'itinerario verso Arrieta, a meno di 10 minuti di macchina. Qui potrai fare un bagno nella bella e tranquilla spiaggia La Garita, che si trova nel pittoresco villaggio di pescatori di Punta de las Mujeres, ricca di piscine naturali. Qui puoi andare al Museo Centro d'Interpretazione, dove puoi conoscere la coltivazione, la storia e la cultura dell'aloe vera autoctona. Continuiamo a scoprire le orme che il geniale César Manrique ha lasciato in questa bellissima e insolita isola. Sulla tua cartina appaiono due luoghi di particolare interesse naturale: i Jameos del Agua e la Cueva de Los Verdes, situati in un tunnel vulcanico nato dall'eruzione del vulcano Corona migliaia di anni fa. Sono luoghi davvero meravigliosi, dove vedrai un insieme di colori, tunnel di colate laviche, cavità sorprendenti... Ti sembrerà che stai viaggiando al centro della Terra! Sei davanti a uno degli spazi più emblematici dell'Isola che è famosa per essere stata la prima opera di César Manrique a Lanzarote (1968), per le sue curiose formazioni vulcaniche, la sua bellezza naturale e per i "jameitos", dei granchi unici al mondo . Il Jameos del Agua, che deve il suo nome all'esistenza di un lago interno sotto la cupola vulcanica, è formato da tre "jameos" o aperture sul terreno: il Jameo Chico, il Jameo Grande e il Jameo de la Cazuela. Nei Jameos potrai scendere per una scala a chiocciola dove troverai un ristorante e una pista da ballo in un ambiente insolito, vicino a un lago sotterraneo con acque cristalline. Vicino al Jameos si trova la Casa de los Volcanes, un interessante museo di vulcanologia e un centro di ricerca dell'isola. Dal canto suo, la Cueva de los Verdes è una delle principali attrazioni dell'isola. La sua illuminazione d'effetto, la sua musica ambient e la sua temperatura piacevole renderanno il viaggio ancora più interessante. Un'altro punto di richiamo di La Cueva è il suo auditorium, la cui sorprendente acustica è unica al mondo. Ricorda che i biglietti non sono inclusi. Rientro e pernottamento a Costa Teguise.


Giorno 4: (Zona Centro e Sud) Costa Teguise - Tahiche - La Geria - Puerto Calero - Playa Blanca
Oggi ci dirigiamo a Tahiche, a soli dieci minuti di distanza. Il paesaggio che circonda questa cittadina è insolito, con un imponente vulcano sullo sfondo, e il colore del pendio è un insieme di tonalità rossastre, ocre, nere e verdi. Non perdere l'occasione di visitare la Fondazione César Manrique. È una casa singolare del famoso artista canario, che ospita collezioni di arte e oggetti legati a questo artista magistrale. L'architettura tradizionale di Lanzarote dell'edificio è in armonia con il paesaggio vulcanico che lo circonda e le sue sale interne integrano gli elementi tradizionali, con le pietre di basalto nero e i quieti spazi di luce. Poi ci dirigiamo a La Geria, a soli 20 minuti di auto da Tahíche. Ora il paesaggio diventa sorprendente: molte buche scavate nella cenere vulcanica sono diventate fertili vigneti. A soli 5 minuti da La Geria, lungo la strada LZ-56, è possibile raggiungere il parcheggio da dove parte un sentiero che ti guiderà ad iniziare un affascinante viaggio nel Vulcano Cuervo. Scoprirai un percorso pieno di bellezza e solitudine, di difficoltà bassa e incredibili panoramiche ti trasporteranno sulla luna. Rientro a La Geria, puoi visitare la cantina, dove offrono visite guidate dal lunedì al venerdì. Qui potrai scoprire l'essenza del vino di Lanzarote, ai piedi dell'incredibile Parco Nazionale di Timanfay. (Nota: ti consiglia di consultare gli orari e i prezzi. Attività non inclusa). Ritorniamo in macchina e ci dirigemmo a Puerto Calero, ubicato a solo un quarto d'ora. Questo luogo è l'ideale per fare una passeggiata al tramonto. Qui è possibile fare immersioni in comodi e moderni sottomarini che ti permetteranno di osservare il fondale marino. Vivi un'esperienza unica! E, dopo questa affascinante giornata, dirigiti a Playa Blanca, la destinazione finale della giornata, dove potrai visitare la città e fare un bagno in una delle spiagge più belle dell'Isola. Poiché pernotterai qui, approfittane per fare una piacevole passeggiata e per cenare nella zona del porto turistico Marina Rubicón, pieno di ristoranti esclusivi, bar e barche lussuose. Pernottamento a Playa Blanca.


Giorno 5: (Zona Sud) Playa Blanca - Parco Nazionale Timanfaya - Yaiza - Playa Blanca
Iniziamo il nostro itinerario di oggi nell'incredibile Parco Nazionale di Timanfaya, un angolo insolito del mondo e catalogato come Riserva della Biosfera dall'UNESCO. Il suo paesaggio desolato e vulcanico ti trasporterà su Marte. La terra rossa e il giaietto si uniscono creando un ambiente straordinariamente bello. Dall'Islote de Hilario è possibile prendere un autobus che effettua collegamenti regolari nelle Montañas de Fuego, per quasi un'ora percorrerai un paesaggio extraterrestre. Da parte sua, il ristorante El Diablo, progettato da César Manrique, offre un esempio tradizionale della cucina canaria con vedute fantastiche sulle Montañas de Fuego. Il suo forno è alimentato dalle cavità vulcaniche e, intorno ad esso, si possono vedere i geyser. È il luogo ideale per assaggiare le sue ottime carni, il pesce, le patate e il famoso vino. A Echadero de los Camellos, situato sulla strada LZ-67, è possibile fare un tour in sella ai dromedari, dove per quasi mezz'ora potrai percorrere in groppa di questi pacifici animali i dintorni di un luogo impressionante ricco di caldere e di paesaggi vulcanici. E a pochi minuti da Echadero de Camellos, quasi vicino alla città di Tinajo, si trova il Centro Visitatori e di Interpretazione di Mancha Blanca. Non perdere la sua presentazione audiovisiva che ti racconta le drammatiche eruzioni vulcaniche che scossero l'isola nel XVIII secolo e che si sono cristallizzate nelle affascinanti Montañas de Fuego. Visita la sua mostra nota come La Cueva. Quindi, puoi andare alla città di Yaiza, situata a un quarto d'ora di distanza. Cogli l'occasione della visita per passeggiare tra le sue strade piene di case bianche con le persiane verdi e piene di fiori che contrastano con l'ambiente vulcanico che lo circonda. Non dimenticare di visitare la Casa della Cultura Benito Pérez Armas, con i suoi pittoreschi balconi e le scale in legno, e la chiesa di Nuestra Señora de los Remedios. Rientro a Playa Blanca, a meno di 20 minuti in auto. Pernottamento a Playa Blanca.


Giorno 6: (Zona Sud) Playa Blanca - Salinas de Janubio - El Golfo - Costa de Papagayo - Playa Blanca
La nostra giornata inizia a Salinas de Janubio, a soli venti minuti in auto da Playa Blanca, le saline più estese delle Isole Canarie. Si trovano in una pittoresca laguna di origine vulcanica. Lo spettacolo cromatico è impressionante. Dopo la visita, ci dirigiamo a Los Hervideros su una strada che ti affascinerà. Perché i fiumi di lava pietrificata e il mare creano un'immagine di singolare bellezza. Gli Hervideros sono scogliere, molte di esse con cavità, molto erose e che sopportano la furia del mare. Fotografarli e sentire le onde che si infrangono sulle rocce vulcaniche è impressionante. Il nostro itinerario continua nella Laguna de los Clicos o il Lago Verde. Il suo nome è dovuto al colore della sua acqua, a causa della sua alta concentrazione di zolfo e di un tipo di alghe autoctone. Non dimenticare di andare al belvedere, da qui vedrai un'immagine unica: i paesaggi di lava, la tonalità di verde smeraldo del lago e il mare sullo sfondo sono unici. Di seguito puoi dirigerti alla città di El Golfo. È una tranquilla città costiera dove si potrai assaggiare il suo squisito pesce condito con le sue papas arrugada (patate rugose) e l'eccellente vino di La Geria. Ora è il momento di concludere la giornata in una delle migliori spiagge di Lanzarote. Ci dirigiamo verso Costa de Papagayo, poco più di mezz'ora in auto. Qui troverai le migliori spiagge di Lanzarote con la sabbia dorata e le acque turchesi. È il luogo ideale per goderti il bel tempo, il sole, il mare e il silenzio. Puoi goderti il tramonto nel Monumento Natural de Los Ajaches. Rientro a Playa Blanca. Cosa ne pensi di goderti qualche ora di shopping a Marina Rubicón? Pernottamento a Playa Blanca.


Giorno 7: (Zona Sud e Centro) Playa Blanca - Puerto del Carmen - Playa Honda - Arrecife
Dedichiamo la giornata alla scoperta di splendide spiagge. Abbiamo preso l'auto da Playa Blanca e ci dirigiamo a Puerto del Carmen. Questa città è diventata la principale attrazione turistica per le sue favolose spiagge di sabbia dorata e l'acqua con le sfumature in smeraldo, turchese e cristallina. Tra queste si distingue la Playa Grande, nota anche come la Playa Blanca. Puoi fare una passeggiata lungo il lungomare pieno di ristoranti, palme e giardini. Se viaggi con bambini, una buona opzione è visitare il Rancho Texas Park a Puerto del Carmen. Il divertimento è garantito! La nostra prossima fermata è la vicina Playa Honda, situata a pochi chilometri di distanza. Percorri il suo lungomare mentre la brezza marina ti sfiora delicatamente il viso. Inoltre, se vuoi fare shopping, a Playa Honda c'è il centro commerciale Deiland Plaza, con 60 negozi di marchi famosi. E il nostro itinerario termina ad Arrecife, la capitale di Lanzarote. Da non perdere la facciata della chiesa dedicata a San Ginés, che ha un disegno eclettico di stili mudéjar, barocco e neoclassico, e il ponte Las Bolas, che unisce il castello di San Gabriel, costruito alla fine del XVI secolo, con la terraferma. Il Museo di Storia di Arrecife si trova in questa fortezza. Un altro punto di interesse è il castello di San José, costruito nel XVIII secolo e che fu restaurato da César Manrique. Attualmente ospita il Museo Internazionale di Arte Contemporanea, con dipinti di Miró e Tàpies, tra gli altri artisti, e il ristorante Qué Muac, punto di riferimento gastronomico dove si uniscono l'avanguardia e la cucina mediterranea. Puoi gustare un'eccellente cena tutti i venerdì e sabato. Obbligatoria la prenotazione anticipata. Non incluso. Ti consigliamo di fare una passeggiata lungo l'incantevole spiaggia urbana El Reducto e le vivaci strade di Real e León y Castillo. Un altro luogo di interesse è il Cultural Innovation Center El Almacén, che offre un'interessante offerta culturale. Se vuoi fare shopping, visita il centro commerciale Marina de Lanzarote. Sicuramente troverai il souvenir perfetto. (Nota: dato che l'aeroporto si trova a Playa Honda, è possibile visitare questa località domani). Pernottamento ad Arrecife.


Giorno 8: Arrecife - Aeroporto di Lanzarote/Playa Honda - Città di partenza
Presentazione all'aeroporto con anticipo sufficiente per restituire l'auto a noleggio e prendere il volo di ritorno nella città di partenza. Arrivo. Fine del viaggio