• + Categoria 2
     
 
 
 

Tel. +39.0166.502733

 
Il tuo carrello è vuoto

Las Fallas Valencia 2020

Tra spiritualità, opere artistiche, spettacoli pirotecnici e offerte floreali

da € 360,00
Trattamento: volo + hotel 4 stelle mezza pensione + trasferimenti in loco      
Periodo: dal 01/03/2020 al 17/03/2020      
Durata: 3      
Località: Valencia      
Descrizione
 
Gallery
 
Sistemazioni
 
Volo
 
Preventivo
 
LAS FALLAS VALENCIA
periodo: da 1 a 19 marzo 2020


Valencia accoglie la primavera con Las Fallas Per mesi si lavora alle monumentali statue di cartone che verranno divorate dalle fiamme in uno spettacolo molto suggestivo.Dal 2016 la festa è entrata a far parte del Patrimonio Immateriale dell'Umanità dall'UNESCO.

Las Fallas sono la festa più nota di Valencia a livello internazionale. Grazie a un mix di arte, talento e buon gusto, durante la settimana del 19 marzo la città si riempie di giganteschi monumenti di cartone, i ninots.

Questa festa nasce dai parot dei falegnami: lampade di legno con le quali in inverno si illuminavano i laboratori e che bruciavano per le strade alla vigilia di San José. Inizialmente veniva dato loro un aspetto umano grazie a decori realizzati con stracci vecchi, ma a metà del XIX secolo iniziarono a essere prodotti in una dimensione sempre maggiore e con una forma migliorata, fino a diventare monumentali pupazzi decorativi.

Anche se gli eventi principali si festeggiano durante la settimana del 19, Valencia inizia la preparazione di questo clima di festa già dal 1° marzo con le mascletás, spettacoli pirotecnici realizzati tutti i giorni alle 14:00 nella Piazza del Comune.

Infine, la notte del 15 marzo, avviene la tradizionale plantà delle fallas. Tutta la notte si lavora all'assemblaggio di oltre 700 figure che vengono posizionate nelle vie e nelle piazze della città. Dato che possono raggiungere anche i 20 metri di altezza, alcune vengono montate con qualche giorno di anticipo.

La mattina del 16 Valencia si sveglia circondata da caricature e rappresentazioni satiriche che, con un grande senso dell'umorismo, criticano politici, personaggi famosi e i principali eventi di attualità. È possibile ammirare questo spettacolo anche nei giorni seguenti fino a che, nella notte tra il 19 e il 20, avviene la cremà, il momento in cui vengono bruciate in un affascinante gioco di luci, musica e fuochi d'artificio.

Tra i tanti ninot uno solo, eletto per votazione popolare, viene salvato dalle fiamme ed entra a far parte della collezione del Museo Fallero. Un altro momento molto emozionante de las Fallas è l'offerta di fiori alla Vergine, il momento in cui i comitati delle Fallas, che sfilano il 17 e 18 marzo in onore alla patrona, formano una montagna di fiori di 14 metri di altezza. Balli popolari, sfilate, corride di tori, concorsi e altri eventi di svago completano il programma di questi festeggiamenti.

Nonostante l’atmosfera molto gioiosa, infatti, questa è anche un’importante ricorrenza religiosa dedicata, oltre che al Santo, anche alla Vergine Maria (la “Ofrenda”), che raccoglie migliaia di devoti da ogni parte.

Luoghi di culto religioso da non perdere nella città:
La Cattedrale
La Cattedrale è il principale luogo di culto di Valencia. La chiesa spicca per la sontuosità della struttura e il perfetto mix di stili artistici. Famoso è il Miguelete, il campanile che spicca con i suoi 50 metri.

Chiesa di San Juan de la Cruz
L’altro grande esempio di architettura barocca a Valencia è la Chiesa di San Juan de la Cruz. Sorta al posto di una moschea araba, la chiesa vanta delle decorazioni interne in stile rococò e il portale principale con colonne salomoniche.

Basilica Virgen Desamparados
La costruzione della Basilica de la Virgen de los Desamparados si deve a re Filippo IV. La tradizione associa la chiesa ad alcuni miracoli che la madonna fece nel periodo buio della peste. Al suo interno ospita una cappella dedicata ai reali di Spagna.

Chiesa Santa Catalina
La Chiesa di Santa Catalina spicca per i diversi stili artistici. All'originario impianto gotico furono aggiunti elementi rinascimentali, mentre dopo un incendio la ricostruzione avvenne in parte con uno stile barocco.

Colegio del Patriarca
Il Colegio del Patriarca fu voluto da Juan de Ribera come luogo per preparare i sacerdoti dopo la Controriforma. Tutta l'architettura ruota attorno al chiostro, mirabile esempio di architettura rinascimentale spagnola.


volo + hotel 4 stelle mezza pensione + trasferimenti in loco
durata minima consigliata 3 giorni